Stando ad autorevoli riviste, sia maschili sia femminili, si dice che uno dei rimedi più in voga per riaccendere la passione all’interno di una coppia sia guardare porno insieme. In realtà, analizzando a fondo la questione, ti pare che la pratica abbia per l’uomo più contro che pro. Ma questa diceria è dura a morire perché evidentemente nell’immaginario comune, ancora nel 2022, una femmina che accetti con entusiasmo di guardare un porno viene vista come una donna emancipata, uno spirito libero, una paladina della modernità, insomma una gran maiala. Poter raccontare ai compagni di spogliatoio che si è guardato un porno insieme è motivo di grande vanto. Questo perché sono pochi i maschi che si soffermano a riflettere davvero sugli svantaggi della faccenda.

Svantaggi di guardare porno in coppia a cui i maschi non pensano mai:

  1. Si rischia di litigare già solo per scegliere il video. L’assortimento è troppo vasto. Su Netflix, i film sono suddivisi in 15 generi, e talvolta s’impiega talmente tanto tempo a scorrere i titoli che passa la voglia. Cercando su Google “categorie porno”, persino il sito meno esaustivo offrirà almeno nove pagine da cento voci ciascuna. Fate un po’ voi le dovute proporzioni.
  2. Si potrebbero scoprire strane preferenze del partner che sarebbe stato meglio ignorare. Ad esempio, lei potrebbe scoprire che lui si eccita con i video di fisting, o con quelli di donne incinte, di anziane o di animali. E lui potrebbe scoprire che lei si eccita con le dirette Instagram di Pippo Civati.
  3. Potrebbe saltare in mente di chiedere al partner di replicare in tempo reale quello che si sta guardando: lui potrebbe chiedere a lei di ficcarle un pugno nel retto. Lei potrebbe chiedere a lui di indire un referendum contro il Rosatellum.
  4. Come si è detto, un tema delicato è quello delle aspettative che il porno genera negli uomini. Ma qualcuno ha mai dato un’occhiata ai cazzi dei protagonisti maschili? Curiosamente nessuno sembra preoccuparsi troppo del fatto che noi femmine sullo schermo vediamo dei varani di Komodo, e poi nella realtà dobbiamo maneggiare delle lumache senza guscio.
  5. La durata del video è un parametro oggettivo e diventerà l’inevitabile pietra di paragone della vostra. Dovrebbero quindi astenersi dalla visione di porno in coppia tutti coloro che rischiano di venire ancor prima che appaia la scritta PUOI SALTARE QUESTO ANNUNCIO nello spot iniziale.
  6. A proposito di durata, che si fa se si finisce di scopare prima che termini il video? Si ferma tutto rischiando d’imbrattare il computer con lubrificanti e fluidi corporei? Ci si va a pulire con un sottofondo di gemiti e grugniti? O si aspettano i titoli di coda, pur sapendo che il sesso, almeno nei porno, è come la messa: finisce sempre allo stesso modo?

Altre cose che il sesso ha in comune con l’andare a messa:

Quando lo fai, è un giorno di festa.
Cambi più volte posizione e prima o poi finisci in ginocchio.
Se vuoi puoi accendere delle candele.
A un certo punto ti infilano qualcosa in bocca (che non sta bene masticare)
Si può essere in tanti, ma anche solo in due.
Se va troppo per le lunghe, inizi a pensare ai fatti tuoi.
Puoi pagare dei soldi oppure no.
Il prete è più affettuoso con te se hai meno di tredici anni.

(continua)